Archivio | Trial RSS for this section

Tre giorni valtellina 2014: tel giuuuri, il Dahu esiste davvero!

Difficile trovare parole non banali per descrivere questa Tre Giorni 2014. Un capolavoro di gioia e di amicizia prima di tutto. 400 partenti sono un record ma chi non c’è stato non può capire.

Qui c’è il trial e c’è l’amicizia. Qui ci sono persone che da anni tornano per stare insieme e tanti, veramente tanti, che arrivano dopo aver visto negli occhi di chi ha partecipato una soddisfazione ed una gioia incredibile.

E’ stato davvero divertente ed emozionante … ho conosciuto tante persone nuove, ascoltato racconti di vita e portato a casa tantissimo anche questa volta.

Ringrazio gli amici con cui ho passato giornate indimenticabili e con cui ho riso come da tanto non mi succedeva.

Per me questa Tre Giorni è stata veramente importante.

Grazie Cassio per avermi portato qui … lo sai che ti sono riconoscente per questo.

Grazie a Gionata perchè senza di te, la tua capacità e la tua ostinazione tutto questo oggi non ci sarebbe.

Grazie a Toni, Toppi, Silvano, Roberto, Andrea, compagni meravigliosi lungo i sentieri.

Grazie a Giancarlo (Bonzo) per essere una persona speciale e per avermi fatto conoscere il Dahu … prometto che diffonderò il verbo!

Grazie a tutti i compagni di viaggio … ancora una volta insieme, ancora una volta da RECORD …. tel giuuuuri!!!!!

P.S. In bocca al lupo Silvano … il prossimo anno vediamo chi fa la Forcola con meno piedi 😛

tre giorni valtellina 2014 - pronti a partire

tre giorni valtellina 2014 – pronti a partire

tre giorni valtellina 2014 - benvenuti in Valtellina

tre giorni valtellina 2014 – benvenuti in Valtellina

tre giorni valtellina 2014 - sulla vecchia strada della frana

tre giorni valtellina 2014 – sulla vecchia strada della frana

tre giorni valtellina 2014 - Cepina

tre giorni valtellina 2014 – Cepina

tre giorni valtellina 2014 - arrivo a Bormio

tre giorni valtellina 2014 – arrivo a Bormio

tre giorni valtellina 2014 - ancora una volta insieme

tre giorni valtellina 2014 – ancora una volta insieme

tre giorni valtellina 2014 - montesa riposa nella neve

tre giorni valtellina 2014 – montesa riposa nella neve

tre giorni valtellina 2014 - felice :)

tre giorni valtellina 2014 – felice 🙂

tre giorni valtellina 2014 - Bormio 3000

tre giorni valtellina 2014 – Bormio 3000

tre giorni valtellina 2014 - Santa Caterina

tre giorni valtellina 2014 – Santa Caterina

tre giorni valtellina 2014 - Rifugio Restelli

tre giorni valtellina 2014 – Rifugio Restelli

tre giorni valtellina 2014 - in mezzo alle nuvole

tre giorni valtellina 2014 – in mezzo alle nuvole

tre giorni valtellina 2014 - in mezzo alle nuvole

tre giorni valtellina 2014 – in mezzo alle nuvole

tre giorni valtellina 2014 - in cima alla forcola

tre giorni valtellina 2014 – in cima alla forcola

tre giorni valtellina 2014 - sentiero bellissimo

tre giorni valtellina 2014 – sentiero bellissimo

tre giorni valtellina 2014 - sempre più alti

tre giorni valtellina 2014 – sempre più alti

tre giorni valtellina 2014 - bello caldo stamattina

tre giorni valtellina 2014 – bello caldo stamattina

tre giorni valtellina 2014 - Bormio piccola piccola

tre giorni valtellina 2014 – Bormio piccola piccola

tre giorni valtellina 2014 - sul tetto del mondo

tre giorni valtellina 2014 – sul tetto del mondo

tre giorni valtellina 2014 - festa

tre giorni valtellina 2014 – festa

tre giorni valtellina 2014 - i miei simpatici compagni di stanza

tre giorni valtellina 2014 – i miei simpatici compagni di stanza

Tre giorni valtellina 2013: fuckin’ hard work for fuckin’ hard men!

Ragazzi, non ho molta voglia di scrivere un “post” pensato … sono appena rientrato da Bormio e sono nel solito stato confusionale. Un po’ stanco, un po’ “triste” perchè è già finita, un po’ frastornato dal rumore del contesto urbano in cui mi trovo. Mi giro e mi mancano le montagne, mi mancano le nuvole, mi mancano le risate, gli sguardi di intesa con cui per tre giorni abbiamo fatto girare tutto a perfezione. Mi giro e vedo le pareti, le macchine, la gente a testa bassa immersa nella quotidianità.

Mi ci vorrà un po’, come al solito.

Intanto ho appena finito di preparare le foto per il sito valtellinatrial.it e mi sono rituffato per qualche ora nella Tre Giorni 2013.

Ho passato ancora una volta tre giorni meravigliosi in compagnia di AMICI speciali. Persone semplici, oneste, testarde, determinate … trialisti veri insomma e con loro ho potuto godere di un trial vero, sano, duro, speciale!

Grazie ragazzi, ho fatto una bella scorta di emozioni.

Di seguito un po’ di immagini scattate con il telefono in questi giorni … per le foto “ufficiali” vi rimando al sito e al racconto di Silvano su mototrial.it

Un ringraziamento speciale a Nobili Gierri Riciard per le notti in bianco allietate dal suono del suo russare melodioso! Mi mancherà parecchio! (te possino!!!!!! :))

Adesso sotto con il 2014 … sempre più in alto 🙂

arrivo a Bormio

arrivo a Bormio

la forcola ... una faticata

la forcola … una faticata

ultime curve della forcola

ultime curve della forcola

passo forcola 2208 mt.

passo forcola 2208 mt.

sotto al temporale

sotto al temporale

montesa in posa

montesa in posa

natura incontaminata

natura incontaminata

freschino da queste parti

freschino da queste parti

salendo a 3000 mt - Bormio

salendo a 3000 mt – Bormio

lasciatemi qui ... non voglio più tornare

lasciatemi qui … non voglio più tornare

incontri salendo a 300 mt

incontri salendo a 300 mt

Bormio 3000

Bormio 3000

la mia zona del sabato

la mia zona del sabato

meraviglia

meraviglia

la frana sopra Cepina

la frana sopra Cepina

Crus de l'alp

Crus de l’alp

benedizione in quota

benedizione in quota

visioni da stanchezza

visioni da stanchezza

hard della domenica

hard della domenica

arrivati in paradiso

arrivati in paradiso

vista sui laghi di Cancano

vista sui laghi di Cancano

auguri Gionata

auguri Gionata

Non ci posso credere :(

Credo che il trial sia una splendida palestra di vita. Grazie Diego per tutto quello che hai fatto per questo sport.

Credo che il trial sia una splendida palestra di vita. Grazie Diego per tutto quello che hai fatto per questo sport.

Era un pomeriggio del 1990 … passeggiando per Bergamo alta insieme a mio cugino (in visita dalla capitale) entrammo in un negozio di abbigliamento. Avevo 15 anni e mi muovevo nel negozio con quel fare “spavaldo” tipico dei ragazzini in gita fuori dai propri confini.

Ad un certo punto, a ridosso di un camerino, vedo appeso un bel poster (almeno un 70*100 direi dai miei ricordi) di Diego Bosis. La mia passione per il trial era già altissima per motivi che non starò qui a spiegare in questo momento.

Sorpreso da quella insolita immagine in un negozio fighetto del centro mi rivolgo, sempre con fare “spavaldo”, alla commessa e chiedo:

“ah … come mai hai un poster di Diego Bosis in negozio (sottointendendo … povera stolta … cosa vorrai mai capire tu di trial)?” … e lei mi risponde con perfetta cadenza bergamasca “perchè è mio fratello!”.

La motivazione c’era … e su questo non si discute. Credo di aver cambiato più volte colore per la vergogna e nel pieno imbarazzo di quel momento rimasi senza parole.

Ma ci pensò lei prima ad assestare un altro bel colpo e poi a togliermi dai guai, in un modo che difficilmente dimenticherò e che oggi, in questa triste giornata, voglio ricordare.

Mi disse: “perchè … lo conosci?” … e io ovviamente “beh … no … cioè … nel senso … so chi è perchè anche io faccio trial … ” (che è un po’ come dire beh si conosco Senna perchè ho la patente dell’auto per capirci).

Diego in quegli anni era un idolo per tutti quelli che conoscevano e praticavano il trial.

Continuò poi: ” … sai … domani a Fanano c’è il mondiale … perchè non vieni così lo saluti?”

In quel momento mi si “spense il mondo intorno”. Avevo più di un problema:

  1. non avevo idea di dove fosse fanano
  2. non ero automunito
  3. e che cacchio avrei detto a Diego una volta arrivato la?

Beh … salutai con il poco fiato che mi rimaneva e mi avviai verso casa in uno stato confusionale. (so che può sembrare retorico e un po’ esagerato ma arrivare ad un passo da un tuo idolo non è cosa da tutti i giorni).

Quello che successe dopo non lo ricordo nei dettagli ma suppongo di aver frantumato le palle talmente tanto a mio padre  (a quel grande uomo di mio padre a dirla tutta) che la mattina dopo all’alba eravamo in macchina per una località non meglio identificata ad una distanza non meglio precisata (il navigatore non era ancora stato inventato :)).

Quell’esperienza mi è rimasta tatuata nel cuore ed è in quell’occasione che ho conosciuto Diego Bosis.

Non posso ne voglio fare la figura di quello che era amico … io lo conoscevo semplicemente. Ci siamo incrociati più volte negli anni in più occasioni. Giusto un saluto da sotto la visiera e uno scambio di battute trialistiche … nulla più. Per me, come per molti, è semper stato un idolo e avvicinandolo è diventato anche un fantastico esempio da seguire.

Ricordo in una delle ultime edizioni della 3 Giorni Valtellina come mi sono trovato a dire ai miei compagni ” … cazzo ragazzi … ma l’avete visto Bosis? Sta facendo una gara per passione e ci mette tutta la determinazione che ha quando è in zona. Ma appena esce ritorna sereno e gioviale, sempre rispettoso anche dell’ultimo dei giudici come me, sempre pronto a scambiare una battuta o a confrontarsi con gli avversari … questo è quello che io voglio vedere nel trial!”

Beh … non so se l’avete capito. Oggi Diego Bosis ci ha lasciati. E’ stata la prima notizia che mi è arrivata stamattina, mentre nel letto con la febbre, cerco di ripigliarmi.

Mi è rimasta addosso tutto il giorno e leggo ovunque tra gli amici e i conoscenti del mondo del trial affetto e sgomento.

Sarà … ma a me non va proprio giù.

Grazie Diego … per la passione che hai alimentato in me quando ti seguivo da fan e per la cortesia che mi hai trasmesso quando ti ho incontrato di persona.

E un’ultima cosa … quel muro a Fanano io non me lo dimenticherò mai!

Un abbraccio alla famiglia. 😦

Ransciga sono tornato …

Pizzo dei tre signori - Valsassina

C’è voluto del tempo … troppo tempo … ma alla fine sono tornato.

Per celebrare l’evento, il solitario Ransciga ha preparato un’accoglienza degna del ritorno di un buon amico. Ha riassettato, ha curato tutti i dettagli e ha imbastito la tavola.

Ha usato il miglior ciano che aveva a disposizione per colorare il cielo, ha spruzzato di neve le vette e coperto di ghiaccio le acque. Ha asciugato il terreno per agevolare la mia salita e si è presentato ben vestito e profumato.

Lago di Sasso - Valsassina

Sono stato uno stupido, spesso, troppo spesso non mi sono curato degli amici veri e di ciò che di importante avevo intorno a me. Ma sono tornato e piano piano sto trovando la forza di sistemare tutto.

Ho passato 3 giorni “immerso” nelle montagne, ripercorrendo i sentieri e le vie a me familiari, ma anche seguendo il profumo dell’aria e la voglia del momento.

Verità di montagna - Madonna della neve Biandino - Valsassina

Sono tornato ad incontrare me stesso nell’ultimo punto dove ricordo di essermi visto. E’ stato intenso, potente, triste, duro, entusiasmante … e ora avanti … c’è molta strada da fare.

Ma c’è una cosa che sento forte e chiara … caro Ransciga … farò di tutto per tornare presto a trovarti come facevo un tempo.

3 Giorni della Valtellina 2011 … secondo me!

3 Giorni della Valtellina - tuta Mad Bros bianca ... figatissima

3 Giorni della Valtellina - tuta Mad Bros bianca ... figatissima

Sono ancora in uno stato si semi ipnosi.
Chi mi conosce sa che sto attraversando un periodo decisamente complesso e anche per questo motivo ho amato questa dodicesima edizione della 3 Giorni in modo speciale.

Ho già scritto un post ufficiale sul sito del moto club valtellina e li potete trovare tutte le foto che ho scattato.
Per un resoconto dettagliato di ciò che è successo potete gustarvi il reportage di mototrial.it .

Qui, in questo spazio, ho voglia di andare un po’ a ruota libera (come mio solito) … si va …

Sono partito per questa 3 Giorni con uno stato d’animo molto diverso dagli altri anni … si è vero … sempre di corsa e all’ultimo minuto … ma con la testa mi stavo già preparando da un po’.
E tanto per parlare di preparazione diciamo che non accendevo la moto da aprile (la cosa devo ammettere un po’ mi preoccupava :)).

Sono arrivato a Bormio tardissimo e ho trovato ad aspettarmi tutta l’allegra banda … con quel filo di “imbarazzo” che si percepisce quando non ci si vede da tanto tempo … imbarazzo che è svanito dopo pochissimo tempo davanti alla classica birra di benvenuto.

3 Giorni della Valtellina - un posto da favola

3 Giorni della Valtellina - un posto da favola

E qui è iniziato lo spettacolo … entrati nell’affollatissimo pub giovane in centro al paese siamo incappati nella “serata Karaoke” … una cosa che non è che mi entusiasmi molto … ma … sopresa delle soprese … di li a poco la nostra serata sarebbe decollata lasciando strascichi per tutte le giornate a seguire.

Ospite d’onore del locale Leano Morelli!

Beh … diciamo che il resto lo racconto solo di persona … (lo so … sono n bastardo ma diventa lunga e poco conveniente).

Dopo aver preso gomitate sul naso per le poche ore di sonno (grazie Marco!) ci siamo diretti alla partenza per un’ultima (per me prima visto che ancora non avevo avuto modo di recuperare la mia moto) sistemata ai mezzi.

Parte così ufficialmente la 3 Giorni 2011 … fine del resoconto puntuale … sapete che mi annoia da morire … meglio procedere alla mia maniera.

3 Giorni della Valtellina - temporali in quota .. miiiinchia che freddo!!!

Cosa ho fatto in questi 3 giorni:

  • ho fatto talmente tante ore di moto che le mie mani sono una composizione poco artistica di vesciche.
  • ho fatto TUTTI i sentieri della 3 giorni … compreso 2 volte l’hard del venerdì (la seconda inseguito dal temporale) e 2 volte la Crus de l’Alp il sabato (anche se era stata chiusa … per recuperare un po’ di gente che aveva smarrito la retta via)
  • ho fatto un sacco di foto e mi sono divertito un mondo a farle … le troverete anche nell’articolo su Motociclismo Fuoristrada … e son soddisfazioni!
  • ho dormito pochissimo … le nostre serate sono sempre state abbastanza “impegnative”
  • ho fatto la foto con i VIP della valtellina
  • mi sono divertito un mondo a guidare la mia fida 315 e a mettere in riga come al solito una marea di moto nuove.
  • ho mangiato un sacco di dolci (se non mi coccolo io chi lo fa?)

3 Giorni della Valtellina - gran mezzo la mia 315

Cosa non dimenticherò facilmente:

  • il sentiero hard del sabato … a salire uno spettacolo … a scendere … beh … diciamo “impegnativo” 🙂
  • i miei compagni di avventura … siete stati fantastici
  • i ringraziamenti dei partecipanti … mai così tanti e così calorosi
  • il freddo provato in zona sotto 4  tempeste di grandine a 2200 metri …
  • il clima umano incredibile che si respira in questi 3 giorni … un clima di amicizia, in cui il trial vive i suoi momenti più puri e più intensi … niente camion scintillanti, niente buffoni di corte … solo passione … ad un livello altissimo. Vedere i piloti e i mountain trial sostenersi ed aiutarsi in zona e sui sentieri, vedere i sorrisi, la voglia di stare insieme, senza protagonismi … fantastico
3 Giorni della Valtellina - temporali in quota .. il mio rifugio

3 Giorni della Valtellina - temporali in quota .. il mio rifugio

Cosa non mi è piaciuto:

  • non potevano certo mancare un paio di imbecilli (per fortuna 2 su 400) che mi hanno fatto imbestialire … ci son persone che dovrebbero stare a casa e litigare con il televisore (perchè questo si meritano) al posto di andare in mezzo alla gente
  • alcuni piloti (pochi per fortuna) che pensano di essere ad una gara di campionato del mondo e con maleducazione vogliono avere la precedenza su tutti (non ce l’ho con te Sonia … tranquilla!) 😉
  • come al solito mi è dispiaciuto dover salutare tutti e tornare alla realtà
3 Giorni della Valtellina - temporali in quota .. la mia zona

3 Giorni della Valtellina - temporali in quota .. la mia zona

Infine, anche se mi ripeterò rispetto agli altri anni, io voglio che tutti sappiano che il gruppo di persone che lavorano alla 3 giorni della valtellina è un gruppo meraviglioso.

Tante persone, ognuno al suo posto, ognuno pronto ad intervenire in caso di bisogno ma senza voler primeggiare.

Negli ambienti di lavoro più fighetti è quello che si definirebbe un TEAM perfetto.

Abbiamo tutti un obiettivo e ogni singolo fa il massimo per quel che sa e per quel che può per raggiungerlo … e cazzo se ci riusciamo!!!!

Grazie mille per avermi accolto tra voi … è un vero onore!

Per chiudere … Macci … ci sei mancato un sacco ma eri insieme a noi … ti avremo nominato un milione di volte (e non solo per mandarti in culo! :)) … poi il tuo post dello scorso anno esposto a Sondalo al bar di Topalunga mi ha piegato dalle risate … mi raccomando … organizziamoci perchè il prossimo anno non puoi mancare!

Grazie a tutti … è stato speciale!

3 giorni della valtellina 2010 – finalmente il resoconto

3 giorni della valtellina ... che spettacolo!

3 giorni della valtellina ... che spettacolo!

Meglio tardi che mai! Questo potrebbe essere l’inizio adeguato per questo resoconto che arriva con un mese di ritardo.
Ma procediamo con ordine … rewind!

Devo ammettere che anche questa volta mi sbagliavo.
Preso (melgio sarebbe dire travolto) dagli impegni lavorativi e familiari ho vissuto la partenza per Bormio il giovedí sera con un po’ di sbattimento. L’idea di passare 3 giorni in giro per le montagne con tutto quel che avevo da fare a casa non mi sembrava una grande pensata.

Cosí, infranta la velocitá del suono, sono arrivato incredibilmente per tempo al briefing ed ho incontrato gli amici del Moto Club Valtellina e i fidi aiutanti del Valli del Canavese. Saluti di rito, un paio di battute, qualche simpatica gag con una palla ciondolante (questa la capiranno in pochi ma mi rifiuto di parlarne pubblicamente :)) … le solite cose insomma … pronto per andare a letto.

Dopo il salto potete leggere il resto … 🙂

Continua a leggere…

3 giorni della valtellina 2010

In attesa che arrivino foto e post ufficiale vorrei riportare anche qui i resoconti più belli che sono già stati pubblicati in rete.

Quel gran geniaccio di MACCI ci delizia con questo fantastico racconto che mi ha lasciato le lacrime agli occhi, vuoi per le risate, vuoi per la nostalgia incredibile che sto provando a due giorni di distanza da questa esperienza incredibile (grazie di avermi “citato” tante volte … sono contento di averti conosciuto! Ma guarda che oltre alla foto dell’anno ne ho anche nel cassetto una del punto in cui pensavi di non essere fotografato … la domenica salendo sul sentiero di pietra … 😉 e non temere … ne farò buon uso!).

Mototrial.it come al solito fa un resoconto esaustivo dei 3 giorni e ci delizia con un gran numero di immagini … state sintonizzati … arrivo anche io tra poco 😉

Grazie a tutti per ora … 🙂

SWM in action per la tre giorni della valtellina – IL VIDEO

come promesso ecco un primo video a testimonianza dell’avventura … appena il buon Cassio pubblica gli altri li riposto qui sotto 🙂

SWM in action per la tre giorni della valtellina

anticipazioni della tre giorni della Valtellina edizione 2010! All’opera oggi con il buon cassio per cercare sentieri sempre nuovi … abbiamo quasi chiuso un nuovo giro … dovrebbe mancare veramente poco ma siamo stati sorpresi da un acquazzone in quota a tarda ora e siamo ritornati indietro. Presto anche un bel video 😉

Nota del giorno: mi sono divertito un sacco con l’SWM … una moto spettacolare … mi sta venendo l’insana idea di fare la tre giorni con una moto del genere … staremo a vedere … e ora in branda … son cotto!

3 gg della valtellina 2009 … eccomi di ritorno!

panorama da semogo

panorama da semogo

Difficile trovare parole per descrivere questa decima edizione della 3 giorni della Valtellina.
Solo chi ha avuto la fortuna di essere presente può capire fino in fondo quanto tutto sia andato per il meglio!
E’ stata una grande soddisfazione per tutto il moto club vedere i risultati di mesi di duro lavoro di preparazione ed organizzazione!

Un grazie quindi per cominciare a Gionata e a tutti quelli che hanno reso possibile questa fantastica esperienza, agli enti locali che hanno accolto ancora una volta un’iniziativa così “complicata” da gestire, comprendendone il valore ed il limitato impatto sul territorio, un grazie a tutti i compagni d’avventura con cui sono trascorsi sereni 3 giorni di Trial ed un grazie a Paolo per avermi trascinato (contro la mia più assoluta pigrizia) a conoscere i ragazzi del Moto Club Valtellina qualche anno fa … è un piacere ed un onore per me collaborare (per quel poco che mi è possibile) alla buona riuscita di questi progetti. C’è molto di più della “semplice” organizzazione dentro la testa di questi ragazzi, c’è una visione che apprezzo e condivido, un amore viscerale per il nostro sport, la voglia di fare veramente qualcosa per mantenerlo in vita e per avvicinare tanti nuovi e vecchi appassionati.

Ma chiudiamo qui con queste riflessioni … e vediamo ad un breve e personalissimo resoconto:

Giorno 1

si parte mooolto presto

si parte mooolto presto

Appuntamento all’alba per gli ultimi preparativi, con gli occhi impastati di sonno e tanta voglia di mettersi in moto. Al mio arrivo ancora regna  il torpore sui camion dei team ufficiali e sulle tende ed i camper dei tanti piloti presenti.

Dormono ancora tutti la mattina presto alla partenza

Dormono ancora tutti la mattina presto alla partenza

Cambio di abito, un’ultima revisione alle moto, ripasso dei compiti della giornata e siamo pronti a partire.

ultimi ritocchi alle moto

ultimi ritocchi alle moto

Il primo giorno è sempre stancante.

passo verva

passo verva

Dopo aver percorso un po’ di sentieri nei dintorni di Isolaccia e Semogo ci dirigiamo attraverso la val Viola verso il passo Verva (nella foto) per poi ridiscendere a Grosio e da li ritornare verso Bormio salendo e scendendo dai monti circostanti.

zone in alta quota

zone in alta quota

Ci si ritrova a percorrere quasi 100km di splendidi sentieri e strade di montagna in piedi sulla propria moto da trial e si riscoprono muscoli che nemmeno ci si ricordava di avere.

ecco il gruppo delle scope

ecco il gruppo delle scope

Questo soprattutto se, come nel mio caso, si decide di percorrere tutte le varianti (HARD) del percorso e ci si trova a fare da “scopa” (ovvero a chiudere il percorso recuperando moto guaste, dispersi e contusi … che per fortuna non ci sono stati) e si rientra alla base alle 21.00 al calar della sera. 13 ore di moto come antipasto dei 3 giorni non sono affatto da sottovalutare.

facce stravolte al rientro

facce stravolte al rientro

Una giornata stupenda, meteo fantastico e gran bella compagnia … ora tutti a nanna per il giorno seguente.

Giorno 2

Il più duro in assoluto.

risalita verso la cima frana

risalita verso la cima frana

Il tempo non promette nulla di buono, 8 gradi alle 7 del mattino e dei bei nuvoloni carichi di pioggia all’orizzonte. Partiamo puntuali e ci dirigiamo verso un nuovo sentiero che ci porterà (non senza fatica) a scavalcare la frana di bormio nel punto più alto. Un percorso suggestivo ed insidioso, reso ancora più impegnativo dall’arrivo di un bel temporalone estivo.

il canalone sopra la frana ... da brivido

il canalone sopra la frana ... da brivido

Strana la sensazione di viaggiare bagnati per sentieri in mezzo al fragore dei tuoni. Si è proprio nel mezzo di un temporale. Fortunatamente come ogni temporale estivo che si rispetti lascia spazio rapidamente ad un caldo sole che ci riporta ad un tasso di umidità dei vestiti accettabile.

montesa in mezzo alla nuvole

montesa in mezzo alla nuvole

Pausa pranzo in uno dei soliti luoghi caratteristici e poi via verso la Crus de l’alp (non credo si scriva così ma … ), il percorso HARD di questo secondo giorno.

pausa pranzo

pausa pranzo

Rientro verso Bormio e sosta sotto la frana per le zone del pomeriggio.

zona in frana

zona in frana

Giorno 3

Devo ammettere che quando ho aperto gli occhi domenica mattina e nonostante i dolori sparsi mi sono alzato in tutta fretta per correre ad affrontare un’altra giornata in moto mi sono stupito. L’entusiasmo superava di gran lunga la stanchezza … decisamente un buon segnale!

visione a 360° sopra bormio

visione a 360° sopra bormio

Partenza rilassata da Bormio risalendo le piste da sci di Oga per arrivare in uno dei punti più panoramici di tutti i tre giorni.

con Ugo in cima al mondo

con Ugo in cima al mondo

Sfortunatamente la giornata è stata rovinata da un incidente occorso ad Eric Uva, direttore sportivo del Trial Team 3D, che in una caduta durante un trasferimento si è rotto una spalla ed è stato recuperato dal soccorso alpino con l’elicottero.

In bocca al lupo ad Eric per un pronto recupero!

in lontananza le torri di fraele

in lontananza le torri di fraele

Discesa per le piste da sci di Isolaccia e un ultimo sentiero impegnativo nel sottobosco prima di risalire verso le torri di fraele ed i laghi del cancano dove, dopo un lauto pranzo valtellinese a base di pizzoccheri, abbiamo percorso il consueto tratto del parco nazionale dello stelvio (rigorosamente a motore spento e nel pieno rispetto del luogo incredibile che ci ospitava).

all'interno del parco nazionale dello stelvio

all'interno del parco nazionale dello stelvio

Rientro a Bormio, spettacolo di trial bike, premiazioni e un po’ di nostalgia per il ritrorno alla realtà.

Paul Patrizi da spettacolo alla 3 giorni

Paul Patrizi da spettacolo alla 3 giorni

Presto ci sarà un resoconto sul sito valtellinatrial.it insieme ad una galleria fotografica completa dell’evento.

Per chi fosse interessato su mototrial.it c’è un ampio servizio con foto e video! (grande Silvano;))

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: