Archive | reportage RSS for this section

Tre giorni valtellina 2014: tel giuuuri, il Dahu esiste davvero!

Difficile trovare parole non banali per descrivere questa Tre Giorni 2014. Un capolavoro di gioia e di amicizia prima di tutto. 400 partenti sono un record ma chi non c’è stato non può capire.

Qui c’è il trial e c’è l’amicizia. Qui ci sono persone che da anni tornano per stare insieme e tanti, veramente tanti, che arrivano dopo aver visto negli occhi di chi ha partecipato una soddisfazione ed una gioia incredibile.

E’ stato davvero divertente ed emozionante … ho conosciuto tante persone nuove, ascoltato racconti di vita e portato a casa tantissimo anche questa volta.

Ringrazio gli amici con cui ho passato giornate indimenticabili e con cui ho riso come da tanto non mi succedeva.

Per me questa Tre Giorni è stata veramente importante.

Grazie Cassio per avermi portato qui … lo sai che ti sono riconoscente per questo.

Grazie a Gionata perchè senza di te, la tua capacità e la tua ostinazione tutto questo oggi non ci sarebbe.

Grazie a Toni, Toppi, Silvano, Roberto, Andrea, compagni meravigliosi lungo i sentieri.

Grazie a Giancarlo (Bonzo) per essere una persona speciale e per avermi fatto conoscere il Dahu … prometto che diffonderò il verbo!

Grazie a tutti i compagni di viaggio … ancora una volta insieme, ancora una volta da RECORD …. tel giuuuuri!!!!!

P.S. In bocca al lupo Silvano … il prossimo anno vediamo chi fa la Forcola con meno piedi 😛

tre giorni valtellina 2014 - pronti a partire

tre giorni valtellina 2014 – pronti a partire

tre giorni valtellina 2014 - benvenuti in Valtellina

tre giorni valtellina 2014 – benvenuti in Valtellina

tre giorni valtellina 2014 - sulla vecchia strada della frana

tre giorni valtellina 2014 – sulla vecchia strada della frana

tre giorni valtellina 2014 - Cepina

tre giorni valtellina 2014 – Cepina

tre giorni valtellina 2014 - arrivo a Bormio

tre giorni valtellina 2014 – arrivo a Bormio

tre giorni valtellina 2014 - ancora una volta insieme

tre giorni valtellina 2014 – ancora una volta insieme

tre giorni valtellina 2014 - montesa riposa nella neve

tre giorni valtellina 2014 – montesa riposa nella neve

tre giorni valtellina 2014 - felice :)

tre giorni valtellina 2014 – felice 🙂

tre giorni valtellina 2014 - Bormio 3000

tre giorni valtellina 2014 – Bormio 3000

tre giorni valtellina 2014 - Santa Caterina

tre giorni valtellina 2014 – Santa Caterina

tre giorni valtellina 2014 - Rifugio Restelli

tre giorni valtellina 2014 – Rifugio Restelli

tre giorni valtellina 2014 - in mezzo alle nuvole

tre giorni valtellina 2014 – in mezzo alle nuvole

tre giorni valtellina 2014 - in mezzo alle nuvole

tre giorni valtellina 2014 – in mezzo alle nuvole

tre giorni valtellina 2014 - in cima alla forcola

tre giorni valtellina 2014 – in cima alla forcola

tre giorni valtellina 2014 - sentiero bellissimo

tre giorni valtellina 2014 – sentiero bellissimo

tre giorni valtellina 2014 - sempre più alti

tre giorni valtellina 2014 – sempre più alti

tre giorni valtellina 2014 - bello caldo stamattina

tre giorni valtellina 2014 – bello caldo stamattina

tre giorni valtellina 2014 - Bormio piccola piccola

tre giorni valtellina 2014 – Bormio piccola piccola

tre giorni valtellina 2014 - sul tetto del mondo

tre giorni valtellina 2014 – sul tetto del mondo

tre giorni valtellina 2014 - festa

tre giorni valtellina 2014 – festa

tre giorni valtellina 2014 - i miei simpatici compagni di stanza

tre giorni valtellina 2014 – i miei simpatici compagni di stanza

Tre giorni valtellina 2013: fuckin’ hard work for fuckin’ hard men!

Ragazzi, non ho molta voglia di scrivere un “post” pensato … sono appena rientrato da Bormio e sono nel solito stato confusionale. Un po’ stanco, un po’ “triste” perchè è già finita, un po’ frastornato dal rumore del contesto urbano in cui mi trovo. Mi giro e mi mancano le montagne, mi mancano le nuvole, mi mancano le risate, gli sguardi di intesa con cui per tre giorni abbiamo fatto girare tutto a perfezione. Mi giro e vedo le pareti, le macchine, la gente a testa bassa immersa nella quotidianità.

Mi ci vorrà un po’, come al solito.

Intanto ho appena finito di preparare le foto per il sito valtellinatrial.it e mi sono rituffato per qualche ora nella Tre Giorni 2013.

Ho passato ancora una volta tre giorni meravigliosi in compagnia di AMICI speciali. Persone semplici, oneste, testarde, determinate … trialisti veri insomma e con loro ho potuto godere di un trial vero, sano, duro, speciale!

Grazie ragazzi, ho fatto una bella scorta di emozioni.

Di seguito un po’ di immagini scattate con il telefono in questi giorni … per le foto “ufficiali” vi rimando al sito e al racconto di Silvano su mototrial.it

Un ringraziamento speciale a Nobili Gierri Riciard per le notti in bianco allietate dal suono del suo russare melodioso! Mi mancherà parecchio! (te possino!!!!!! :))

Adesso sotto con il 2014 … sempre più in alto 🙂

arrivo a Bormio

arrivo a Bormio

la forcola ... una faticata

la forcola … una faticata

ultime curve della forcola

ultime curve della forcola

passo forcola 2208 mt.

passo forcola 2208 mt.

sotto al temporale

sotto al temporale

montesa in posa

montesa in posa

natura incontaminata

natura incontaminata

freschino da queste parti

freschino da queste parti

salendo a 3000 mt - Bormio

salendo a 3000 mt – Bormio

lasciatemi qui ... non voglio più tornare

lasciatemi qui … non voglio più tornare

incontri salendo a 300 mt

incontri salendo a 300 mt

Bormio 3000

Bormio 3000

la mia zona del sabato

la mia zona del sabato

meraviglia

meraviglia

la frana sopra Cepina

la frana sopra Cepina

Crus de l'alp

Crus de l’alp

benedizione in quota

benedizione in quota

visioni da stanchezza

visioni da stanchezza

hard della domenica

hard della domenica

arrivati in paradiso

arrivati in paradiso

vista sui laghi di Cancano

vista sui laghi di Cancano

auguri Gionata

auguri Gionata

Le conseguenze …

le conseguenze

le conseguenze

… si pagano!

FOTOGRAFIA: PARLIAMONE!: Mario Iovino: Al fronte senza iPhone

Stamattina mi sono imbattutto in questo post sul blog di Sandro Iovine

Lo spunto viene da un altro post in cui si parla di un reportage fatto da David Guttenfelder in Afghanistan con un iPhone e pubblicato su Internazionale.

Accendete il cervello e date un’occhiata … le parole di Iovine come sempre sono in grado di stuzzicare testa e cuore e le immagini ed il racconto di Mario Iovino nel filmato fanno pensare!

FOTOGRAFIA: PARLIAMONE!: Mario Iovino: Al fronte senza iPhone.

Viaggiare con Trenitalia in prima classe- prima parte

Ore 22.50. Treno 9823 di Trenitalia proveniente da Milano Centrale e diretto a Pescara del 16/07/2010. Questa é la minicronaca di un viaggio Italiano. Temperatura da altoforno già dalla partenza a Milano, scene di delirio di massa, intervento della polizia a Bologna per sedare i disordini e al momento più di un’ora di ritardo.

Il tutto per la modica cifra di 75,59€.

TRENITALIA vaffanculo! E vaffanculo anche a facebook che ha censurato il mio post in diretta dal treno ed i relativi commenti.

Come é ovvio sia io che le persone he hanno commentato abbiamo in mail le notifiche di tutto ciò che é stato scritto.

Non é di certo una sorpresa la CENSURA su facebook ma non avrei mai pensato che potesse essere così precisa e veloce.

Questo fa molto riflettere su quanto la nostra idea di libertà, soprattutto nell’ambito della comunicazione e del web, sia lontana dalla realtà dei fatti.

Non sto teorizzando ne facendo demagogia.

Io, l’ultimo degli stronzi, in qualità di privato cittadino, espongo la mia lamentela sul MIO (e già qui ci srebbe molto da discutere) profilo di facebook e prontamente un SISTEMA di controllo entra e, senza alcuna notifica, mi censura.

Siamo veramente in pericolo. C’è a riflettetere parecchio.

Ultima nota di colore: a Bologna sono sceso per riprendere la situazione tesa e un borghese con radio in una mano, occhiali scuri e cellulare nell’altra mi ha impedito di filmare. Gli ho fermamente detto che la legge dice un’altra cosa ma non c’è stato verso.

Sará, magari mi sbaglio, ma ci sono delle forti similitudini con un periodo buio della storia recente.

Speriamo in bene e peparoamoci al peggio … giusto per evitare di soccombere colti di sorpresa (sorpresa de che poi … è solo rifiuto della realtà).

Stefano Pesarelli

Come spesso mi accade nelle mie “surfate” mattutine, soprattutto in quelle dei miei intorpiditi lunedì, mi sono lasciato trasportare dai link e ho avuto il piacere di imbattermi nel sito di un professionista le cui immagini mi hanno calamitato allo schermo.

SStefano Pesarelli - Tanzania: la scuola del presidente

Stefano Pesarelli - Tanzania: la scuola del presidente

Le immagini di Stefano Pesarelli sono molto affascinanti e raccontano un mondo visto e rivisto (fotograficamente parlando) … quello che mi ha conquistato, ed è il motivo per cui vi suggerisco di fare un giro e scoprire i suoi lavori, è la sua capacità di raccontare. E’ completamente immerso nelle scene che riprende e non solamente da un punto di vista fisico (adoro le immagini in cui il fotografo scatta dall’interno della scena … una cosa che può sembrare scontata ma non lo è affatto) ma anche da un punto di vista emotivo.

Come al solito quello che scrivo è frutto delle mie emozioni e delle mie modeste qualità fotografiche quindi lungi da me mettermi a fare il critico … ma quello che vedo in questi scatti è la ricerca della dignità e dello spirito vitale nei soggetti ritratti in un contesto che noi (occidentali ottusi) spesso tendiamo a leggere filtrato dalla nostra mentalità piena di preconcetti.

Quello che vedo qui è una realtà diversa (senza dubbio) in cui le persone non appaiono come povere vittime predestinate ma come protagoniste del loro spazio e del loro tempo.

Beh … tornando con i piedi per terra (le parole non sono il mio forte) penso che passerò un bel po’ di tempo a studiarmi questi scatti.

Buon lunedì a tutti!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: