Calabrone in volo tra i passi alpini!

Campanile e Grigna a Introbio

Campanile e Grigna a Introbio

Partenza sabato mattina da Introbio (LC) per una bella avventura in sella al calabrone. Nessun piano definito, solo voglia di viaggiare in una splendida giornata estiva a caccia di panorami, curve e aria buona.

Direzione Valtellina per cominciare, percorrendo il lungolago di Lecco tra vento e colori intensi.

Colazione a Piona

Colazione a Piona

Dopo una sosta a Sondrio presso Moda Moto per un cambio casco e per recuperare una comoda borsa magnetica da serbatoio, abbiamo passeggiato lungo la soleggiata Valtellina in direzione Bormio. Finalmente, dopo molti anni, è stata riaperta la vecchia strada per Bormio, un piacere assoluto da percorrere in totale relax.

Arrivo al passo dello Stelvio

Arrivo al passo dello Stelvio

Un panino di segale con bresaola e funghi porcini e via verso il Passo dello Stelvio, un superclassico motociclistico che ancora mi mancava (fatto mille volte in macchina ma in moto mai! … lo so … è imperdonabile ma piano piano sto recuperando :)). Un caffè caldo sul tetto delle alpi in compagnia di moltissime moto, immersi in uno scenario molto suggestivo.

Caffè allo Stelvio

Caffè allo Stelvio

Discesa verso Merano con gli occhi sgranati. La bellezza qui è abbagliante!

La discesa verso Merano

La discesa verso Merano

Il ghiacciaio si ritira

Il ghiacciaio si ritira

Merenda a Merano (non c’ero mai stato ma non l’ho sinceramente compresa … sembra un misto tra monaco e riccione … mah …) e poi alla scoperta del passo Palade, una delle più belle strade motociclistiche che io abbia mai fatto. Risalendo la Val di Sole decidiamo di passare la notte a Peio, prima di affrontare il passo del Tonale.

Non ho capito questa città :(

Non ho capito questa città 😦

Vista spettacolare in una delle tante belle curve del passo Palade

Vista spettacolare in una delle tante belle curve del passo Palade

Salire al passo del Tonale è stato un vero spasso … abbiamo “grattato” per bene … estasi pura!

Arrivo al Tonale dopo qualche km di curve meravigliose

Arrivo al Tonale dopo qualche km di curve meravigliose

Colazione a Ponte di Legno (il Tonale è un posto che non mi è mai piaciuto e dopo anni riconfermo la sensazione), discesa ad Edolo e Aprica per rientrare verso “casa”.

Lungolago da Colico fino a Varenna e per chiudere in bellezza (stanchi ma felici) salita a Esino Lario e passo del Cainallo, con la sua splendida vista su Bellagio e il lago.

Un’esperienza meravigliosa, oggi le pareti non riescono a contenere l’ampiezza che ho dentro.

Nota da ricordare: come mai in alto adige e in trentino non c’è una buca nell’asfalto? Appena scollinato il Tonale e rientrati in Lombardia sembrava di essere su una strada sterrata … tra fossi, rattoppi, lavori in corso … non comprendo a pieno onestamente

Annunci

Tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: