3 gg della valtellina 2009 … eccomi di ritorno!

panorama da semogo

panorama da semogo

Difficile trovare parole per descrivere questa decima edizione della 3 giorni della Valtellina.
Solo chi ha avuto la fortuna di essere presente può capire fino in fondo quanto tutto sia andato per il meglio!
E’ stata una grande soddisfazione per tutto il moto club vedere i risultati di mesi di duro lavoro di preparazione ed organizzazione!

Un grazie quindi per cominciare a Gionata e a tutti quelli che hanno reso possibile questa fantastica esperienza, agli enti locali che hanno accolto ancora una volta un’iniziativa così “complicata” da gestire, comprendendone il valore ed il limitato impatto sul territorio, un grazie a tutti i compagni d’avventura con cui sono trascorsi sereni 3 giorni di Trial ed un grazie a Paolo per avermi trascinato (contro la mia più assoluta pigrizia) a conoscere i ragazzi del Moto Club Valtellina qualche anno fa … è un piacere ed un onore per me collaborare (per quel poco che mi è possibile) alla buona riuscita di questi progetti. C’è molto di più della “semplice” organizzazione dentro la testa di questi ragazzi, c’è una visione che apprezzo e condivido, un amore viscerale per il nostro sport, la voglia di fare veramente qualcosa per mantenerlo in vita e per avvicinare tanti nuovi e vecchi appassionati.

Ma chiudiamo qui con queste riflessioni … e vediamo ad un breve e personalissimo resoconto:

Giorno 1

si parte mooolto presto

si parte mooolto presto

Appuntamento all’alba per gli ultimi preparativi, con gli occhi impastati di sonno e tanta voglia di mettersi in moto. Al mio arrivo ancora regna  il torpore sui camion dei team ufficiali e sulle tende ed i camper dei tanti piloti presenti.

Dormono ancora tutti la mattina presto alla partenza

Dormono ancora tutti la mattina presto alla partenza

Cambio di abito, un’ultima revisione alle moto, ripasso dei compiti della giornata e siamo pronti a partire.

ultimi ritocchi alle moto

ultimi ritocchi alle moto

Il primo giorno è sempre stancante.

passo verva

passo verva

Dopo aver percorso un po’ di sentieri nei dintorni di Isolaccia e Semogo ci dirigiamo attraverso la val Viola verso il passo Verva (nella foto) per poi ridiscendere a Grosio e da li ritornare verso Bormio salendo e scendendo dai monti circostanti.

zone in alta quota

zone in alta quota

Ci si ritrova a percorrere quasi 100km di splendidi sentieri e strade di montagna in piedi sulla propria moto da trial e si riscoprono muscoli che nemmeno ci si ricordava di avere.

ecco il gruppo delle scope

ecco il gruppo delle scope

Questo soprattutto se, come nel mio caso, si decide di percorrere tutte le varianti (HARD) del percorso e ci si trova a fare da “scopa” (ovvero a chiudere il percorso recuperando moto guaste, dispersi e contusi … che per fortuna non ci sono stati) e si rientra alla base alle 21.00 al calar della sera. 13 ore di moto come antipasto dei 3 giorni non sono affatto da sottovalutare.

facce stravolte al rientro

facce stravolte al rientro

Una giornata stupenda, meteo fantastico e gran bella compagnia … ora tutti a nanna per il giorno seguente.

Giorno 2

Il più duro in assoluto.

risalita verso la cima frana

risalita verso la cima frana

Il tempo non promette nulla di buono, 8 gradi alle 7 del mattino e dei bei nuvoloni carichi di pioggia all’orizzonte. Partiamo puntuali e ci dirigiamo verso un nuovo sentiero che ci porterà (non senza fatica) a scavalcare la frana di bormio nel punto più alto. Un percorso suggestivo ed insidioso, reso ancora più impegnativo dall’arrivo di un bel temporalone estivo.

il canalone sopra la frana ... da brivido

il canalone sopra la frana ... da brivido

Strana la sensazione di viaggiare bagnati per sentieri in mezzo al fragore dei tuoni. Si è proprio nel mezzo di un temporale. Fortunatamente come ogni temporale estivo che si rispetti lascia spazio rapidamente ad un caldo sole che ci riporta ad un tasso di umidità dei vestiti accettabile.

montesa in mezzo alla nuvole

montesa in mezzo alla nuvole

Pausa pranzo in uno dei soliti luoghi caratteristici e poi via verso la Crus de l’alp (non credo si scriva così ma … ), il percorso HARD di questo secondo giorno.

pausa pranzo

pausa pranzo

Rientro verso Bormio e sosta sotto la frana per le zone del pomeriggio.

zona in frana

zona in frana

Giorno 3

Devo ammettere che quando ho aperto gli occhi domenica mattina e nonostante i dolori sparsi mi sono alzato in tutta fretta per correre ad affrontare un’altra giornata in moto mi sono stupito. L’entusiasmo superava di gran lunga la stanchezza … decisamente un buon segnale!

visione a 360° sopra bormio

visione a 360° sopra bormio

Partenza rilassata da Bormio risalendo le piste da sci di Oga per arrivare in uno dei punti più panoramici di tutti i tre giorni.

con Ugo in cima al mondo

con Ugo in cima al mondo

Sfortunatamente la giornata è stata rovinata da un incidente occorso ad Eric Uva, direttore sportivo del Trial Team 3D, che in una caduta durante un trasferimento si è rotto una spalla ed è stato recuperato dal soccorso alpino con l’elicottero.

In bocca al lupo ad Eric per un pronto recupero!

in lontananza le torri di fraele

in lontananza le torri di fraele

Discesa per le piste da sci di Isolaccia e un ultimo sentiero impegnativo nel sottobosco prima di risalire verso le torri di fraele ed i laghi del cancano dove, dopo un lauto pranzo valtellinese a base di pizzoccheri, abbiamo percorso il consueto tratto del parco nazionale dello stelvio (rigorosamente a motore spento e nel pieno rispetto del luogo incredibile che ci ospitava).

all'interno del parco nazionale dello stelvio

all'interno del parco nazionale dello stelvio

Rientro a Bormio, spettacolo di trial bike, premiazioni e un po’ di nostalgia per il ritrorno alla realtà.

Paul Patrizi da spettacolo alla 3 giorni

Paul Patrizi da spettacolo alla 3 giorni

Presto ci sarà un resoconto sul sito valtellinatrial.it insieme ad una galleria fotografica completa dell’evento.

Per chi fosse interessato su mototrial.it c’è un ampio servizio con foto e video! (grande Silvano;))

Annunci

Tag:, ,

2 responses to “3 gg della valtellina 2009 … eccomi di ritorno!”

  1. thea says :

    wow credo che sia stato proprio bello!Ma se non le dispiace le vorrei chiedere 1 informazione:mi piacerebbe provare come sport il trial,non sono mai salita su una moto ma ho già fatto molti sport tra cui tennis,equitazione,nuoto,sci…quasi tutti a livello agonistico.ho 14 anni e mi piacciono le moto,sono alta1.78cm secondolei sono adeguata a talesport?la ringrazio molto

    Zilliken Thea

    • alxdesign says :

      Ciao Thea … intanto puoi tranquillamente darmi del tu 🙂 … per fortuna non sono così in la con gli anni 🙂

      Il trial è uno sport meraviglioso ed è sicuramente aperto a tutti. Tu di che zona sei?
      Il sito di riferimento italiano è senza dubbio http://www.mototrial.it … li puoi registrarti sul forum (trovi anche me ;)) e conoscere tanti amici trialisti con cui condividere questa passione e che possono aiutarti ad iniziare.

      Se mi fai sapere di dove sei (anche in MP) ti posso suggerire a chi rivolgerti 🙂
      Grazie per la visita … la tre giorni della valtellina è una manifestazione straordinaria … magari ci si vede li il prossimo agosto … trovi tutte le info su http://www.valtellinatrial.it 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: